Fioranello Bianco

Fioranello Bianco 2016

Classificazione

Lazio I.G.T.

Uvaggio

Sémillon
Malvasia

Annata

2016

Gradazione Alcolica

13% Vol.

Note Degustative

Fioranello Bianco si presenta come un vino brillante, di un colore giallo paglierino e riflessi dorati. Consistente, al naso molto intenso, dalle note fruttate di agrumi e frutta esotica, e floreali come ginestra e zagara. Al palato è secco, fresco, acido al punto giusto e caratterizzato da una sapidità ed una mineralità tipica del territorio, persistente in bocca, deciso ma allo stesso tempo armonico ed elegante. Il Sémillon trova in questo territorio una personalità tutta particolare che gli permette di esprimere al meglio le sue caratteristiche minerali e fresche.

Vinificazione e affinamento

Dopo una prima selezione nel vigneto, l’uva migliore è stata scelta nuovamente all’interno della cantina, dove è stata disparata e pressata manualmente. La fermentazione alcolica, invece, è avvenuta all’interno di tini di acciaio inox a temperatura controllata, lasciata maturare fino al naturale periodo di riposo e assemblata circa tre mesi prima dell’imbottigliamento. Il vino è composto essenzialmente da Sémillon con percentuali del 10% di malvasia. Il Fioranello Bianco così ottenuto è stato quindi imbottigliato nella primavera del 2017.

Dati storici

Il Fioranello Bianco è prodotto dal vigneto storico nella Fattoria di Fiorano, nel Parco dell’Appia Antica, poco distante dalla capitale. All’interno della fattoria si trova il cuore della produzione: la Vigna Storica. Quattro filari di Cabernet e quattro filari di Merlot per i rossi, insieme allo storico Sémillon messo a disposizione da un amico di famiglia poco distante dalla fattoria, sono solo il punto di partenza per far rinascere i vini che hanno dato vita al mito di Fiorano.

Clima

Annata caratterizzata da Primavera particolarmente mite e con temperature al di sotto della media del periodo. L’Estate, con la sua giusta temperatura e buona escursione termica, ha garantito un particolare accumulo di profumi primari nelle uve. La disponibilità idrica è risultata sufficiente senza eccessi e senza causare stress. I venti sono stati abbastanza costanti, garantendo così una buona aerazione dei grappoli, a tutto vantaggio della qualità delle uve. Il raccolto si è presentato quindi in condizioni perfette alla maturazione del futuro Fioranello Bianco.